Lega Nord: classi ponte per gli stranieri che non sanno l'italiano

Test di lingua e classi «ponte» per favorire l’inserimento di bambini e ragazzi extracomunitari nella scuola e nel tessuto sociale. Queste le principali novità contenute nel disegno di legge N. 1028, Legislatura 16º, proposto dalla Lega.

Mi sembra giusto. Per non creare impedimenta ai ragazzi nostrani, che conoscono l'italiano come dei giovani Manzoni, è necessario che quegli ignorantoni stranieri se ne stiano da parte.

Vediamo come hanno risposto i deputati della Lega, coloro che hanno proposto il disegno di legge, ad alcune semplici domande di lingua e cultura italiana.

Controproposta

Faccio io una proposta: stanziamo 0 euro per fare un test online a tutti i deputati in parlamento (mi offro volontario per preparare la form). Chi non lo passerà, dovrà rinunciare al proprio stipendio, fare pubblica ammenda e tornare nei banchi di scuola, lasciando spazio a chi l'italiano lo sa e a chi non propone disegni di legge insensati, xenofobici, ipocriti, ridicoli. Con i soldi risparmiati potremmo eventualmente dare una paga migliore ai nostri insegnati, già opportunamente maltrattati e ridicolizzati.